sconti farmacie al ssn

prezzo che le farmacie stesse sono tenute a concedere obbligatoriamente al, sSN riportato nella tabella sottostante e che incide mediamente per oltre. Non si applicano le percentuali di sconto crescenti per fasce di prezzo di cui al comma 40 della legge 662/1996, nonché quella del 2,25 di cui al primo periodo del comma 2 dellarticolo 15 del decreto-legge,. Alla luce del dibattito sugli extra sconti, appare ora chiaro perché questo provvedimento non abbia sortito gli effetti sperati in termini di diffusione delle copie pi economiche degli off patent: è accaduto che i maggiori ricavi ottenibili dalla farmacia grazie alla rimozione dello sconto obbligatorio. Se davvero ci si vuole avvalere delle potenzialità del mercato e volgere in positivo la libertà di interazione produttore distributore portando alla luce del sole le contrattazioni sui margini di ricavo, allora è necessario, seguendo le indicazioni che da tempo provengono dall Antitrust, dalla Commissione.

Preliminarmente, ci si dovrebbe interrogare sul perché del modesto effetto riscosso dal provvedimento 6 che ha stabilito che, a decorrere dal, lo sconto obbligatorio dovuto dalle farmacie al Ssn (all atto del rimborso dei farmaci A commercializzati) non trova pi applicazione su specialità o generici. Ssn, è definita in maniera puntuale dalla legge, ed espressa in percentuale del prezzo al pubblico al netto dell Iva: - 66,65 per cento al produttore, - 6,65 per cento al grossista, - 26,7 per cento al farmacista. Sconti a carico delle farmacie a favore del, sSN farmacie urbane e rurali non sussidiate farmacie rurali sussidiate, fascia di prezzo. Si pu provare a confrontare quale sia la convenienza della farmacia a commercializzare un prodotto off patent (prodotto A in figura) con prezzo collocato nella parte media del primo scaglione, ad esempio 15 Euro al netto di Iva, piuttosto che un prodotto copia (prodotto.

Ho letto col solito interesse la mail del 30/9 dellAvv. Di margine di ricavo dal produttore alla filiera distributiva sulla commercializzazione di copie di prodotti off patent. Quanto vale mettere in gioco 8 punti percentuali del prezzo? Questi Euro sono disponibili, nella logica degli extra sconti, per la contrattazione privatistica (e in contrasto con la legge) con la farmacia al fine di incentivarla a continuare a commercializzare il primo prodotto ( A ).

Tale prezzo dovrebbe essere di 22,97 Euro, superiore di oltre il 53 rispetto a quello del primo prodotto ( A ). Alla luce dei margini ex lege, i 15,00 Euro del prodotto off patent ( A ) cos si suddividerebbero: 10,00 al produttore; 1,00 al grossista; 3,44 alla farmacia (residua lo sconto pari a 0,56 Euro). E se produttore e grossista fossero disposti a destinare alla farmacia il solo 40 di quanto perdono se si commercializza la copia economica (il 40 di 4,53 Euro allora il prezzo di questa copia dovrebbe essere superiore a 15,00 Euro per garantire alla farmacia. E se no, da quale comportamento strategico è dominato? 326 del 24 Novembre 2003 (cit.). Scaglioni di prezzo al pubblico Iva inclusa (Euro) del prezzo al pubblico al netto di Iva ( ) A spettante alla farmacia sconto in di A dalla farmacia al SSN effettivamente spettante alla farmacia spettante al grossista spettante al produttore 25,82 23,24 26,70 3,75 22,95.

221, e successive modificazioni. La differenza tra il prezzo del primo prodotto ( A ) e quello della copia economica ( B quando quest ultimo è calcolato sotto il vincolo di invarianza del margine di ricavo della farmacia, fornisce la misura della riduzione massima del prezzo della commercializzazione (e. Proprio per questa ragione ci si deve domandare: è un equilibrio sostenibile?

Sconti ferrovie per anziani, Sconti ecolgico, Sconti pc asus,